#LUOGHIDARICORDARE

Bordeaux: vigneti, foreste, oceano

Bordeaux
Bordeaux sembra portare il vento dell’Oceano tra le sue strade e le piazze: città aperta, città di costa, città carica di energia. Non servono tanti giorni per visitarla, ma prendetevi tutto il tempo necessario per godere del suo lungofiume, delle piste ciclabili, dei mercatini, dei locali allegri nell’intrico di stradine del centro storico e degli itinerari attraverso le vie del vino. Al di là dei monumenti più noti, cosa veramente non perdere a Bordeaux?
1) Una corsa nell’acqua vaporizzata di Place de la Bourse: il suo sistema idrico fa si che si alternino fasi in cui il pavimento è asciutto, altre in cui è invaso da getti d’acqua vaporizzata (piacevoli d’estate) e altre in cui il livello dell’acqua arriva a 2 cm. Facile lasciarsi trasportare dal divertimento generale, soprattutto dall’entusiasmo dei bambini, per una volta liberi di giocare con l’acqua!
2) Affittare una delle bici sparse per la città, le V-CUB, ed esplorare Bordeaux attraverso la sua fitta rete di ciclabili.
3) Degustare le ostriche, caratteristiche di tutta la regione…per chi ama il genere 😉
4) Fare una sosta nella Maison du Vin, un bar più che un negozio: una tappa obbligata per chi conosce molto bene il vino e una destinazione da non perdere per chi lo apprezza. In più: inoltrarsi ovviamente per le strade del vino intorno a Bordeaux, ricordando che nelle aziende vinicole (chateaux) più importanti e celebri, senza prenotazione è impossibile entrare; visitare obbligatoriamente il vicino paesino di St. Emilion.
5) Visitare i dintorni e in particolar modo la Dune du Pilat (Arcachon), luogo meraviglioso fatto di dune sabbiose naturali che si innalzano tra l’Oceano e le foreste. Con più tempo a disposizione, prenotare la gita al Faro di Cordouan, ricordando che la possibilità di raggiungerlo è legata ogni anno all’andamento delle maree.
Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*