ITINERARI

Itinerario on the road, da Roma alla Dune du Pilat

Dune du Pilat

Se state progettando un viaggio in Francia, concedetevi due minuti di tempo per leggere l’itinerario che abbiamo personalmente seguito in un viaggio di coppia totalmente on the road.
Km totali: 3.944mappa viaggio dal traforo del Frejus a Sarlat

Itinerario in Francia. Primo giorno: Roma-Grenoble
Si parte la mattina presto per raggiungere Grenoble verso sera, attraverso il valico del Frejus. Dormire a Grenoble: Hotel Ibis Centre Grenoble (in pieno centro, con possibilità di prenotare un parcheggio coperto).

Itinerario in Francia. Secondo Giorno: Grenoble-Sarlat
La mattina visita di Grenoble: da non perdere la fortezza della Bastiglia raggiungibile con una funicolare. Si parte prima di pranzo per Sarlat. Un consiglio: prima di lasciare Grenoble acquistate baguette, noci, formaggio e frutta. Nel tragitto attraverso il Perigord troverete tantissime aree attrezzate per il pic nic completamente immerse nei boschi.
Dormire a Sarlat: consigliamo “La Colline de Péchauriol”, un b&b davvero delizioso, con camere dotate di accesso autonomo e affacciate sul giardino, totalmente immerso nella campagna a cinque minuti dal paese. Cena a Sarlat: noi abbiamo mangiato nel ristorante La Petite Marie che come tutti i locali del posto serve soprattutto carne d’anatra. La cucina è buona, ma il gradimento dipende davvero dai gusti!


mappa viaggio Sarlat-Beynac

Itinerario in Francia. Terzo giorno: visita del Perigord
Gita al “Cingle de Monfort”, un’ansa creata da un fiume, sfruttata al massimo per kayak e altre attività estive. Visita dei suggestivi resti del Castello di Monfort.
La Roque-Gageac, uno dei centri più pittoreschi, con case addossate alla roccia e affacciate sul fiume. Con un pò di fortuna, capiterete nel periodo del mercatino di prodotti locali.
Domme: altro centro in stile “Perigord”, da non perdere.
Giardini di Marqueyssac: belli, soprattutto la vista del paesaggio dall’alto, ma l’ingresso a pagamento (8 Euro a persona) ci sembra spropositato.
Sarlat: per cena si torna a Sarlat, in tutti gli altri centri le cucine chiudono verso le nove e mezza! Sicuramente la cittadina è più turistica, ma è provvidenziale per chi non è abituato ai ritmi nordici! Mangiamo molto bene in un café proprio nella centrale Piazza de La Liberté.

Sarlat-Souillac

Itinerario in Francia. Quarto giorno: visita del Perigord
Visita delle grotte di Pech-Merle. Assolutamente da non perdere! Necessaria la prenotazione prima della partenza. Consiglio: qualsiasi sia l’orario prenotato, prendete la via per la grotta con un largo anticipo perché, nonostante l’aiuto del navigatore, potreste prendere le strade più lente, tutte curve e piccoli paesini!
Cahors: visita del suo quartiere medievale e il ponte.
Rocamadour: imperdibile! Visita del villaggio e del santuario. Per la vista più bella, andate nel vicino paese Hospitalet e fermatevi al Belvedere.
Souillac: passeggiata tra le vie medievali e cena nel semplice bistrot L’Etape Gourmande. Lo consigliamo!

Sarlat-Bordeaux

Itinerario in Francia. Quinto giorno: Sarlat-Bordeaux
Sosta casuale in un mercatino locale lungo il tragitto. La strada prosegue seguendo il corso del fiume Dordogna e diventando sempre più pianeggiante.
Bergerac: visita alla cittadina, davvero piena di fascino. Pranzo a Bergerac con una squisita “galette” bretone. Tappa con degustazione anche alla Maison des Vins.
Saint Emilion: visita d’obbligo, nonostante l’affluenza dei turisti. Paesino cinematografico, Patrimonio dell’Umanità Unesco, immerso nei vigneti e dedicato al vino.
Bordeaux: dormiamo nel b&b La Halte Montaigne gestito da una simpatica coppia, davvero pulito, organizzato e con uno stile tutto francese. Da consigliare!

Itinerario in Francia. Sesto giorno: Dune du Pilat e la costa
Partiamo alle 10:30 verso la costa. Oggi è giovedì, quindi speriamo di non trovare le code interminabili in autostrada di cui ci hanno parlato. Effettivamente c’è traffico, ma non arriviamo tardissimo. Consigliamo senza nessun dubbio la visita della Dune du Pilat, esperienza unica al mondo. Portate con voi acqua, cappellini e panini per un pic nic sulle dune.
Arcachon. Difficile il parcheggio. Prendiamo la barca per Cap Ferret, dove svetta un bellissimo faro.

Itinerario in Francia. Settimo e ottavo giorno: visita di BordeauxMaison du Vin di Bordeaux con degustazione.
Giro in bici: ovunque si possono trovare le colonnine delle VCUB (bike sharing), comodissime ed economiche. Passeggiata sul lungofiume. Giro dei principali monumenti. Da non perdere la Place de la Bourse e il suo sorprendente segreto…

Bordeaux-Blaye

Itinerario in Francia. Nono giorno
Non riusciamo a prenotare la visita del Faro di Cordouan (organizzatevi con anticipo). Ci dirigiamo verso Blaye e visitiamo la sua fortezza, dopo aver acquistato qualche prodotto tipico nel mercatino locale per un pic nic improvvisato. Anche qui sosta alla Maison du Vin con degustazione. Consigliabile per fare acquisti anche a chi non è un esperto sommelier!

Bordeaux-chambery

Itinerario in Francia. Decimo giorno: Bordeaux-Chambery
Dormiamo a Chambery nell’hotel della catena il Campanile (un po’ caro, ma comodo). La cittadina è sicuramente carina, ma d’estate è deserta e torniamo rapidamente in hotel dopo una cena a base di semplici panini, pronti per il rientro a Roma il giorno successivo.

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*