MANGIANDOTOURSTREET FOOD

Una sfida dal nome francesinha

mangiare a Porto francesinha

Trovarsi di fronte un’autentica francesinha attiva i sensi rapidamente, per i colori, i profumi e infine il mix di sapori racchiuso in un morso. Tra le vie della decadente Porto si è già vivi, estremamente collegati con la realtà di una città che ha un ritmo tutto suo e una forte personalità. 

Anche in cucina la città, ventosa e ondulata, non è da meno: sfodera il suo asso nella manica con questo piatto che è anche un cibo di strada tradizionale a cui ci si affeziona al primo assaggio. Non tutti arrivano fino in fondo: superata la barriera dell’uovo e delle prime fette di carne, alternate a formaggio, restano ancora salame e salsiccia.

Cos’è quindi la “piccola francese” (che è tutt’altro che piccola in effetti)? Un panino? Un club sandwich portoghese o la rivisitazione del croque monsieur francese, da cui potrebbe aver tratto il nome e ispirazione? La francesinha sfugge a qualsiasi definizione e spesso si trova immersa in una gustosa salsa al Porto o ad un altro alcolico (la scelta è dello chef). Chi sostiene tutta la porzione sceglie tatticamente di non mangiare l’abbondante contorno di patate fritte. Ma si tratta già di consumatori esperti.

Dove mangiare la francesinha? Noi abbiamo provato quella del famoso “Cafe Santiago” di Porto e, dopo aver fatto altre prove in giro per la città, resta sicuramente l’indirizzo da consigliare.

Mangiare a Porto la francesinha

Mangiare a Porto la francesinha

Tags:

2 comments

  1. Che nostalgia…in effetti è una bella sfida

    1. Ciao Narrabondo, ma hai vinto anche tu la sfida? 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*